ASVOFF13

A Shaded View on Fashion Film Festival

10 - 12
DICEMBRE 2021
Roma, Casa del Cinema

ASVOFF13 – A SHADED VIEW ON FASHION FILM FESTIVAL
Il primo festival cinematografico al mondo dedicato alla moda, allo stile e alla bellezza, ideato da Diane Pernet torna a Roma con la sua XIII edizione, in collaborazione con ROMAISON e Casa del Cinema.
10, 11 e 12 dicembre 2021 Casa del Cinema

Nella prospettiva di una continua ricerca dedicata al rapporto tra moda, cinema e costume, con un focus sull’immagine immateriale e sui linguaggi dell’audiovisivo, ROMAISON, curato da Clara Tosi Pamphili, presenta a Roma, dopo Parigi, la tredicesima edizione di ASVOFF – A Shaded View on Fashion Film Festival, con la collaborazione di Alessio de’Navasques. La manifestazione in collaborazione con Casa del Cinema è promossa Roma Capitale con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Ideato e diretto da Diane Pernet – leggendaria icona della moda internazionale, giornalista e pioniera digitale – ASVOFF è nato nel 2008 come una sfida ai parametri convenzionali del cinema e del video, proponendo un’indagine originale dedicata a moda e bellezza e codificando il nuovo genere del fashion film.

La tre-giorni di proiezioni e incontri, ad ingresso gratuito, dal 10 al 12 dicembre 2021, segna l’inizio della collaborazione tra ROMAISON e Casa del Cinema che proseguirà successivamente, dal 26 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022, con una rassegna di film dedicata a cinema e moda: una selezione di lungometraggi per scoprire inedite traiettorie di approfondimento multidisciplinare.

VENERDÌ 10 DICEMBRE l’Opening Night di ASVOFF avrà inizio alle 20.30 con la presentazione del Festival: dopo il saluto dell’Assessore alla Cultura Miguel Gotor e dell’Assessore ai Grandi Eventi, Sport e Turismo Alessandro Onorato, saranno Clara Tosi Pamphili, Diane Pernet e Carlo Poggioli, costumista e Presidente dell’ASC - Associazione Scenografi Costumisti e Arredatori, ad annunciare i vincitori della tredicesima edizione, offrendo un’anteprima dei fashion film che saranno proiettati nei giorni successivi.

Amber Jae Slooten fondatrice di The Fabricant - tra le prime digital fashion house al mondo - e ospite della serata, dialogherà con Clara Tosi Pamphili delle possibilità aperte dall’intersezione tra tecnologia, moda e realtà virtuale e del passaggio cruciale tra sperimentazione e vero e proprio settore produttivo. Jae Slooten introdurrà al pubblico la rassegna Digital Fashion: The Fabricant, una selezione di cortometraggi dedicata alla nuova nozione e percezione della moda nella vita “digitale” del Metaverso.

A seguire, alle 22.30, la proiezione dell’ultimo film diretto da Bruce LaBruce, Saint-Narcisse. Presentato come evento di chiusura alle Giornate degli Autori della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nel 2020, l’atteso lungometraggio rilegge mito greco, iconografia cristiana e ossessioni narcisistiche contemporanee nella controversa relazione tra i due fratelli gemelli Daniel e Dominic, raccontata anche attraverso l’uso magistrale di luci e fotografia che evocano i b-movie degli anni Settanta.

SABATO 11 DICEMBRE a partire dalle 11.00, la mattinata sarà dedicata alla selezione dei fashion film in concorso: dai corti realizzati per i grandi brand, a quello dedicato alla giovane eco attivista Greta Thurnberg, una panoramica che mostra le potenzialità e l’originalità del video tra immaginari claustrofobici, resilienti, epici o sognanti.

Alle 21.00, la prima nazionale di Steven Arnold: Heavenly Bodies (in lingua originale). Diretto da Vishnu Dass, attuale curatore dell’Estate dell’artista, il documentario racconta attraverso la voce narrante di Anjelica Houston, testimonianze e footage inediti, la vita surreale e la variegata produzione - dal cinema, alla fotografia, all’arte contemporanea - di Steven Arnold, protagonista off nella Los Angeles degli anni ’70 e ’80. Protégé di Salvador Dalì, che rimase affascinato dalla proiezione del suo Luminous Procuress al Whitney Museum, Arnold è famoso per i suoi tableaux vivant fotografici, in cui i soggetti erano trasfigurati in figure oniriche, androgine, mistiche.

DOMENICA 12 DICEMBRE dalle 11.00 saranno proiettati gli Students’ film in concorso, seguiti da una selezione di corti di Message is the Medium (Lisa Rovner e Alice Heart) e dalla proiezione di I Love My Mother dell’artista Francis Wintour.

Alle 14.15 il documentario Cotton For My Shroud di Nandan Saxena e Kavita Bahl (in lingua originale) offrirà un’occasione di riflessione sui temi della sostenibilità ambientale e sull’impatto drammatico delle produzioni massive sulle comunità locali. A partire dall’imponente dato sui suicidi commessi dai coltivatori di cotone in India, il film indaga le responsabilità della Monsanto nell’introduzione del cotone geneticamente modificato e nell’azione di controllo sulla produzione agricola e sulle ingerenze anche politiche della multinazionale.

Alle 16.00 l’incontro: Valentino Des Ateliers Vita di Sarti e Pittori, dedicato all’omonimo short film vincitore per la categoria Documentaries di ASVOFF13. Gianluigi Ricuperati, scrittore, saggista e curatore del progetto per la maison Valentino e l’autore del documentario Maurizio Cilli, introdotti da Alessio de’Navasques, racconteranno la collaborazione di Pierpaolo Piccioli con un nutrito gruppo di artisti contemporanei per la collezione Haute Couture e la sua “seconda narrazione” attraverso il medium del video.

Il documentario aprirà i Documentaries in competition, alle 16.40, seguiti da due rassegne tematiche: Fashion Moves alle 18.00, curata da Alex Murray-Leslie dedicata al rapporto tra la moda e i cambiamenti sociali, un’esplorazione con registi, artisti e scienziati, dal biohacking, ai film di moda femministi, all’immaginario mediato dai social media come Tiktok. Black Spectrum, alle 18.55, curata da Melissa Alibo presenta una panoramica sulla narrativa di artisti black di diversa estrazione: visione creativa, interpretazione della vita quotidiana, indagine sui concetti di bellezza e autenticità, disegnano nuove rappresentazioni e identità, oltre gli stereotipi.

Alle 20.10, proiettato in lingua originale, A Folk Horror Tale, il feature film ideato da John Galliano e diretto da Olivier Dahan, con cui è stata presentata la collezione Artisanal 2021 di Maison Margiela: un racconto neo-alchemico che intreccia circolarità del tempo, utopia dell’eterna giovinezza, dialogo armonico con la natura, nel processo creativo che fonde materiali e forme.

CASA DEL CINEMA
Spazio culturale di Roma Capitale

Spazio culturale da Roma Capitale, Dipartimento Attività Culturali
Gestione Zètema Progetto Cultura
Direzione Giorgio Gosetti
in collaborazione con Rai; Rai Cinema 01 distribution; Luce Cinecittà

INDIRIZZO Largo Marcello Mastroianni, 1

ORARI
venerdì 10 dicembre: ore 20.30
sabato 11 dicembre
(sera) unico ingresso ore 21.00
domenica 12 dicembre:
(Pomeriggio) primo ingresso ore 16.00, secondo ingresso ore 18.00
(sera) unico ingresso ore 20.10
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
Prenotazione in portineria a partire da 60’ prima dell’inizio
L’ingresso è consentito esclusivamente con certificazione verde Covid19 “Green Pass”.


INFO
tel. 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)
www.casadelcinema.it www.romaison.it

SCARICA IL PROGRAMMA